Metro B1, nuove linee ATAC

La rete di trasporto di superficie, modifiche dal 3 settembre 2012.

LINEA 80 e 80B
La linea Porta di Roma – stazione Ostiense è stata divisa in due collegamenti: la 80 tra piazza Vimercati e la stazione Ostiense e la 80B tra Porta di Roma e piazza Venezia. In questo modo viene intensificata la tratta più frequentata tra piazza Venezia e Monte Cervialto. Le due linee effettuano una nuova fermata in via Monte Cervialto nei pressi di via Gualterio. In Centro, per fare spazio al capolinea dell’80B in piazza Venezia, la linea 810 viene prolungata a Monte Savello.

LINEA 82
La linea 82 viene deviata a piazza della Repubblica per favorire l’interscambio con la linea A della metropolitana e con le linee di bus che percorrono via Nazionale.

LINEA 335
Non transita più vicino all’ex clinica Onpi di Casal Boccone.

LINEA 337
La linea, proveniente dal comune di Fonte Nuova, prosegue da largo Pugliese alla stazione Conca d’Oro della metro B1 transitando da viale Ionio, viale Adriatico, piazza Sempione e viale Tirreno, allo scopo di aumentare i collegamenti tra la parte esterna della Nomentana, Talenti, piazza Sempione e la stazione della metropolitana.

LINEA 342
Torna a percorrere viale Etiopia e via Nomentana con interscambio metro B1 alla stazione Libia e interscambio con Fr1 a piazza Addis Abeba.

LINEA 344
E’ ripristinato il capolinea della stazione metro B di Rebibbia. In questo modo sono aumentati i collegamenti tra San Basilio e la metro B e tra i due rami della metropolitana B e B1. Da qualsiasi fermata e in qualsiasi direzione si utilizzi il 344 si raggiunge a una stazione della metropolitana.

LINEA 690
La linea 690 che collega largo Labia – a Fidene – a piazzale Clodio è stata deviata a viale Lina Cavalieri per servire meglio la zona della Serpentara. Si aggiunge ai collegamenti 88 e 93.

IL DETTAGLIO DELLA RETE BUS MODIFICATA CON L’AVVIO DELLA METRO B1

LINEA 38 – Collegamento MB1/MA/FS
Collega Porta di Roma a Vigne Nuove, passa per le stazioni Conca d’Oro, Libia e Sant’Agnese/Annibaliano della nuova metro B1. Dopo le fermate di corso Trieste e piazza Fiume arriva alla stazione Termini.

LINEA 60
La linea Talenti/piazza Venezia è stata potenziata. Da largo Pugliese percorre la via Nomentana sino a Porta Pia, poi via XX Settembre e via Nazionale. È affiancata dalle corse limitate della 60L che si fermano alla stazione Termini. Ha corrispondenza con le linee su ferro a Repubblica (Metro A e Metro B). Le corse limitate della 60L tra Talenti e Termini sono mantenute e potenziate.

LINEA 63 – Collegamento MB1/MA/MB
E’ l’altra linea centrale della zona. Arriva a Monte Savello, nei pressi dell’anagrafe e dell’ospedale Fatebenefratelli. Parte da via Rossellini, nella zona di nuovo Casal Boccone, transita da Talenti lungo via Ugo Ojetti poi percorrendo viale Tirreno arriva alla stazione Conca d’Oro della metro B1. Prosegue per largo Somalia, piazza Vescovio, via Nemorense, via Boncompagni, piazza Barberini, via del Tritone, via del Corso, piazza Venezia.

LINEA 69
E’ la storica linea tangenziale della zona che parte da largo Pugliese e arriva a piazzale Clodio, percorrendo via Ugo Ojetti, viale Ionio, via dei Prati Fiscali e la via Olimpica. Ferma nei pressi dello stadio Olimpico, del Foro Italico e di piazzale Maresciallo Giardino.

LINEA 80/80B – Collegamento MB1/MB/FR
E’ la linea più importante e frequente del IV Municipio. È divisa in due servizi. La 80 viaggia dalla stazione Ostiense a piazza Vimercati e la 80B da piazza Venezia a Porta di Roma. Le fermate sono in viale Aventino, al Circo Massimo, alla metro Colosseo, in via dei Fori, in piazza Venezia, in via del Tritone, in piazza
Barberini, in via Boncompagni, in corso Trieste, alle stazioni B1 di sant’Agnese/Annibaliano, Libia e Conca d’Oro, in via Monte Cervialto e a via Baseggio. La linea che attraversa la città da nord a sud, transitando in Centro interscambia con i collegamenti su ferro in cinque punti: a Conca d’Oro, in viale Libia, a Sant’Agnese
Annibaliano, Colosseo, Circo Massimo e Piramide con la metro B/B1; con la metro A a Barberini e con le linee ferroviarie regionali Fr1, Fr3, Fr5 alla stazione Ostiense.
In Centro, per fare spazio al capolinea dell’80B a piazza Venezia, la linea 810 viene prolungata a Monte Savello.

LINEA 82 – Collegamento MA/MB/FR1/FS
Arriva alla stazione Termini. Parte da piazza Sempione e percorre la via Nomentana come 60-60L e 90. Effettua fermata a Porta Pia, in via XX Settembre e in piazza della Repubblica. Ha corrispondenza con le stazioni Fr1 Nomentana e Termini MA e MB. La linea 82 viene deviata a piazza della Repubblica
per favorire l’interscambio con la linea A della metropolitana e con le linee di bus che percorrono
via Nazionale.

LINEA 83 – Collegamento MB1/MA/MB/FS
E’ una nuova linea che da largo Valsabbia raggiunge la stazione Ostiense passando per il centro. Dopo una
fermata alla stazione Conca d’Oro della metro B1, percorre il ponte delle Valli, viale Libia, via Panaro, via Tagliamento, piazza Fiume, via Boncompagni, piazza Barberini, via del Tritone, via del Corso, piazza Venezia, via del Teatro Marcello, via Luigi Petroselli, lungotevere, Testaccio, Piramide.

LINEA 84 – Collegamento MB1/FR1
E’ una delle linee interquartiere del IV Municipio: parte da largo Labia a Fidene, attraversa via Talli, viale Cervi, transita nei pressi della sede Inps, effettua fermata in via delle Vigne Nuove, in via Monte Rocchetta di fronte al IV Municipio, raggiunge la stazione Conca d’Oro della B1 e prosegue per piazza Sempione,
la Nomentana, il quartiere Espero, la stazione Nomentana per terminare la corsa in via Panaro al Salario, dopo essere transitata alla stazione sant’Agnese/Annibaliano della B1.

LINEA 86 – Collegamento MB1/MA
Collega la stazione Conca d’Oro a via Marmorale lungo viale Adriatico, via Bufalotta, via di Tor san Giovanni.

LINEA 88 – Collegamento MB1/MB/ FR1
Parte da largo Labia, attraversa Nuovo Salario e viale Lina Cavalieri, ferma alla stazione Nuovo Salario scende verso i Prati Fiscali da via Comano, transita in via Conca d’Oro ferma alla stazione della metro B1 poi imbocca Ponte delle Valli e attraversa il quartiere Africano fermando in viale Libia e in viale Eritrea. Poi
svolta su viale Regina Margherita e percorre viale Regina Elena sino al capolinea di piazzale del Verano. Collega il territorio del IV e del II municipio con le stazioni metro, le ferrovie e i principali poli
di attrazione: uffici pubblici e privati, il Policlinico e l’università. Interscambia con il sistema di trasporto su ferro in cinque punti: con la Fr1 a Nuovo Salario e Nomentana; con la metro B1 a Conca d’Oro, Libia, sant’Agnese/Annibaliano e Policlinico.

LINEA 89 – Collegamento MB1/MA/ROMA NORD
E’ una nuova linea che da piazza Sant’Emerenziana arriva a piazzale Clodio. Percorre viale Eritrea, corso Trieste, via Nizza, piazza Fiume, corso Italia, Villa Borghese, piazzale Flaminio, piazza Mazzini. Interscambia con la rete su ferro in due punti: con la metro B1 a Sant’Agnese/Annibaliano; con la metro A e con la ferrovia Roma-Nord a piazzale Flaminio.

LINEA 90 – Collegamento MB/MBA/FS
E’ la linea di filobus che arriva a Termini: parte da largo Labia, percorre via Talli, piazza Vimercati, Monte Cervialto, via delle Isole Curzolane, piazzale Adriatico. Da piazza Sempione si immette sulla Nomentana sino a Porta Pia.

LINEA 92 – Collegamento MA/MB/FR/FS
Collega piazza Filattiera direttamente con Termini percorrendo via Molazzana, e via Comano, ferma su via dei Prati Fiscali e raggiunge largo Somalia e piazza Vescovio. Poi transita nel quartiere Salario: via Tagliamento, via Sebino, via Piave. Collega con la stazione Fr1 Nuovo Salario.

LINEA 93 – Collegamento MB1
E’ un’altra delle importanti linee locali che arrivano alla stazione Conca d’Oro B1. Parte da largo Monte San Giusto a Castel Giubileo, percorrendo via Monte Urano, via Camerata Picena e il viadotto dei Presidenti arriva a largo Labia; da qui, attraverso viale Lina Cavalieri, viale Titina de Filippo, via Talli, piazza Vimercati, via
Monte Cervialto e Val Melaina arriva alla stazione Conca d’Oro.

LINEA 135 – Collegamento MB1/MB/FR1
Collega la stazione Tiburtina a Settebagni, percorre la tangenziale tra viale Somalia e via Salaria.
Interscambia con il sistema di trasporto su ferro in quattro punti: a Settebagni e alla stazione Nomentana con la FR1, a piazza Gondar (stazione Libia MB1) e alla stazione Tiburtina con la metro B e linee Fr.

LINEA 211 – Collegamento METRO B/FS
E’ una delle linee a carattere tangenziale del IV Municipio. Parte da via Cimone e dopo aver percorso via Nomentana, via di Pietralata e via Tiburtina arriva alla stazione Tiburtina.

LINEA 233 – Collegamento MB1/ROMA NORD
Collega via di Santa Costanza (stazione Sant’Agnese/Annibaliano metro B1) a Ponte Milvio. Transita dalla
stazione di Acqua Acetosa della Ferrovia Roma Nord.

LINEA 235
Collega largo Labia a piazza Vescovio – al Salario percorrendo via Radicofani e la via Salaria.

LINEA 308 – Collegamento FR1
E’ una nuova linea locale che permette ai cittadini del IV Municipio di raggiungere in pochi minuti la stazione della linea ferroviaria Orte-Fiumicino (Fr1). Parte da via Marmorale a Cinquina e percorre via della Bufalotta, via di Settebagni, Vigne Nuove, piazza Vimercati, via Comano.

LINEA 308P
Alle corse ordinarie del 308 (stazione Nuovo Salario Fr1-Cinquina) si aggiungono le corse speciali del 308P, attive solo nei giorni di scuola che collegano viale Baseggio a via Dante da Maiano con percorso lungo via delle Vigne Nuove, via della Bufalotta, via della Cesarina, via Nomentana. Le corse del 308
sono a orario.

LINEA 310 – Collegamento MA/MB/MB1
Collega la stazione Termini a piazza Vescovio transitando da piazza Indipendenza, viale Ippocrate, ferma nei
pressi del Policlinico e dell’università La Sapienza, percorre viale XXI Aprile, via Panaro e via Nemorense.
Transita nei pressi delle stazioni Bologna e Sant’Agnese Annibaliano di metro B/B1.

LINEA 311 – Collegamento MB/MB1
E’ una delle linee a carattere tangenziale del IV Municipio. Parte da via Val di Lanzo, effettua fermata nei pressi della metro B1 di Conca d’Oro e a piazza Sempione, poi transita nella zona di viale Marx e di via Casal de’Pazzi raggiungendo la stazione Rebibbia della metro B. Utilizzando la linea 311, da qualsiasi fermata e in qualsiasi direzione si raggiunge, comunque una stazione della metropolitana B.

LINEA 334 – Collegamento FR1/ROMA NORD
Dal capolinea Baseggio percorre via Talli, via Radicofani, sale a Castel Giubileo per poi scendere sino al raccordo anulare che percorre sino alla via Salaria, dopo aver effettuato fermata in via di Castel Giubileo,
risale sul raccordo e lo percorre sino alla via Flaminia che percorre sino alla stazione Saxa Rubra dove scambia con la ferrovia Roma-Nord diretta a Flaminio e la linea bus 029 per l’ospedale Sant’Andrea. Il capolinea è davanti al deposito Atac di Grottarossa.

LINEA 335 – Collegamento FR1
Dal 3 settembre non transita più per l’ex clinica Onpi. La 335 è un’altra delle linee che permette ai cittadini del IV Municipio di raggiungere velocemente la linea ferroviaria regionale Fr1 (Orte-Fiumicino aeroporto). Parte da via Pirandello e transita in via Grazia Deledda, via Francesco d’Ovidio, via Renato Fucini, la zona di Prati Verdi e di via Zavattini poi attraversa via delle Vigne Nuove e via delle Isole Curzolane, dopo aver fatto
fermata in via Gualterio raggiunge la stazione Nuovo Salario della Fr1, da dove è possibile raggiungere anche Tuscolana, Ostiense e Trastevere

LINEA 336 – Collegamento MB1
Nuova linea locale che serve per la prima volta la zona di via Quarrata, collega tutte le zone principali del IV Municipio, percorre via Radicofani, viale Titina de Filippo, viale Gino Cervi, il quartiere Vigne Nuove, transita dal mercato di via Conti, presso la sede del IV Municipio di via Monte Rocchetta, dopo una fermata a piazza Sempione termina la corsa a Conca d’Oro MB1.

LINEA 337 – Collegamento MB1
E’ una linea interurbana; parte dal comune di Fonte Nuova e collega la parte esterna della via Nomentana alla stazione Conca d’Oro della metro B1, percorre la via Nomentana tra Fonte Nuova e via di Casal Boccone, via di Casal Boccone, via Ugo Ojetti, largo Pugliese, viale Ionio, piazzale Adriatico, piazza Sempione e viale Tirreno, consente, quindi di raggiungere dalla provincia il IV Municipio e la metropolitana di Conca d’Oro.

LINEA 338 – Collegamento MB1
E’ una della linee locali del IV Municipio che ha il compito esclusivo di portare viaggiatori alla B1: parte da via
delle Bufalotta, poi svolta a sinistra su via di Settebagni, percorre via delle Vigne Nuove, transita dal mercato di via Conti e dalla sede del IV Municipio. Termina la corsa in largo Valsabbia – alla stazione Val d’Ala della FR1 – dopo aver effettuato una fermata alla metro B1 di Conca d’Oro.

LINEA 339-349 – Collegamento MB1/FR1
Sono le circolari di zona che arrivano alla metro e alla stazione ferroviaria: partono da piazza Lambertenghi, sulla collina che si trova tra piazza Vimercati e via Conti, fermano in piazza Vimercati, alla stazione del Nuovo Salario della Fr1 e lungo le strade della collina di piazza Gentiloni e via Bonomi. Arrivano alla stazione Conca d’Oro della metro B1.

LINEA 340
Circolare che collega via della Colonia Agricola, alla Bufalotta alla zona di Cinquina e di via della Marcigliana.

LINEA 341 – Collegamento MB/FR1
Collega le stazioni di Ponte Mammolo e Rebibbia della linea B della metropolitana alla stazione di Fidene della linea ferroviaria regionale Fr1 transitando nel quartiere di Casal de Pazzi, in via Graf, in via Renato Fucini, a Vigne Nuove, a Porta di Roma e lungo la nuova viabilità di viale Carmelo Bene. I bus, in attesa della realizzazione dei lavori terminano temporaneamente le corse in via Montegiberto.

LINEA 342 / Collegamento MB1/FR
Torna a percorrere viale Etiopia e via Nomentana con interscambio metro B1 alla stazione Libia e interscambio con Fr1 a pizza Adis Abeba. E’ una linea a carattere locale. Parte da largo Somalia e arriva in viale Marx, transitando dalla stazione della metro B1 di Conca d’Oro, all’interno del quartiere Monte Sacro, in viale Adriatico, in via della Bufalotta, in via Renato Fucini e in viale Graf.

LINEA 343 – Collegamento MB1/MB
Collega le stazioni Conca d’Oro della B1 e Ponte Mammolo della linea B della metropolitana seguendo il percorso lungo piazza Sempione, via Nomentana, via di Casale San Basilio, quartiere San Basilio, via Tiburtina, stazione Rebibbia. Nella zona di Talenti, in direzione di Ponte Mammolo, i bus transitano anche da via Fabbri e via Buazzelli.

LINEA 344 – Collegamento MB/MB1
Ripristinato il capolinea della stazione metro B di Rebibbia. In questo modo sono aumentati
i collegamenti tra San Basilio e la metro B e tra i due rami della metropolitana B e B1. E’ una delle linee tangenziali del IV municipio: collega largo Valtournanche e la stazione Conca d’Oro della metro B1 alla stazione Rebibbia della linea B lungo piazza Sempione, viale Ettore Romagnoli, Talenti Casal Boccone, via del Casale San Basilio, quartiere san Basilio, via Tiburtina. Utilizzando la linea 344, da qualsiasi fermata e in qualsiasi direzione si raggiunge, comunque, una stazione della metropolitana.

LINEA 350 – Collegamento MB
Segue il percorso stazione Ponte Mammolo, stazione Rebibbia, Casal de’Pazzi, via Zanardini, via Romagnoli, via Capuana, via Fracchia, via Niccodemi, via Simongini, via della Bufalotta e raggiunge la nuova zona di via Petroni.

LINEA 351 – Collegamento MB1
Ha il compito di collegare i quartieri Bufalotta, Montesacro Alto e Talenti alla stazione della linea B1
della metropolitana. Percorre via Antamoro, via Zavattini, via Simongini, via Niccodemi, via Fracchia, via Capuana, viale Ionio, via Pantelleria, viale Tirreno. Nella zona di via Antamoro sostituisce la linea 350.

LINEA 434
Da largo Pugliese, nel quartiere Talenti, dopo aver raggiunto il quartiere San Basilio transita da Torraccia, Casal Monastero e Sant’Alessandro per effettuare capolinea in via Dante da Maiano.

LINEA 435
E’ la nuova linea che, per la prima volta serve l’intera via di Casal Boccone. Da Porta di Roma arriva a largo Pugliese, nel cuore del quartiere Talenti. In direzione di Porta di Roma, la linea effettua corse deviate e prolungate in via Lea Padovani.

LINEA 542 – Collegamento MB1/MB/Termini-Giardinetti
Collega Centocelle (piazza dei Tribuni nei giorni festivi) e viale delle Provincie. Da viale delle Provincie arriva al capolinea di piazzale del Verano.

LINEA 690
La linea 690 che collega largo Labia a Fidene e a piazzale Clodio è stata deviata perin direzione viale Lina Cavalieri per servire meglio la zona della Serpentara. Si aggiunge ai collegamenti 88 e 93. La 690 segue lo stesso percorso dell’88 da largo Labia ai Prati Fiscali, poi quello del 69 (via Olimpica, Ponte Milvio, Stadio Olimpico) sino a piazzale Clodio. Collega con la stazione Fr1 Nuovo Salario.

Le linee soppresse

Linea 36 – Linea soppressa e sostituita dalla linea 336 da largo Labia a piazza Sempione e dalla linea 90 da piazza Sempione a Termini.
Linea 80L – Linea soppressa il cui percorso è servito dalle linee 83 e 80.
Linea 90D – Linea soppressa il cui percorso è coperto dalle linee 63 e 90.
Linea 342F – Linea soppressa il cui percorso è coperto dalla linea 342.
Linea 345 – Linea soppressa integralmente sostituita dalla linea 63.
Linea 630 – Linea soppressa il cui percorso è integralmente servito dalla linea 63.

80 risposte a Metro B1, nuove linee ATAC

  1. danilo ha detto:

    mancano altre linee come il 336 ed il 690 come si legge dalle doghe già inserite nelle nuove fermate ed in quelle già esistenti. inoltre alcune linee non risultano gli stessi percorsi che vengono riportati in alcuni punti d’informazione (vedi centro commerciale porta di roma) ad esempio il 63 dove in questa pagina farebbe capolinea a via val d’ala mentre nel punto informazione e in rimessa atac farebbe capolinea a via rossellini ed altro ancora vedi linea 308.

  2. Alessio Verga ha detto:

    il 336 prende il posto del 37. lo hanno solo chiamato in un altro modo. il 63 a me risulta via Rossellini come capolinea, comunque ho letto che da oggi aprono il gazzebo informativo a Conca D’oro così speriamo di avere un po’ di chiarezza.

  3. marchionne ha detto:

    Ho aggiornato l’elenco con le ultime modifiche approvate dal Campidoglio. Vi prego di segnalare dubbi e problematiche che emergeranno dalla messa in esercizio, che dovrebbe avvenire dopo l’11 giugno, come richiesto dalla Polizia Municipale. Intanto credo che la pretesa di ridurre le frequenze delle linee express sarà un disastro.

    • Marcella Barlettelli via giuseppe de santis (largo luchino visconti),3 ha detto:

      quali sono gli autobus che passano dove è adesso il capolinea di baseggio? in via giuseppe de santis dove ora passa 338 cosa passerà per andare all’ufficio delle entrate?grazie e davanti alla scuola sempre in via giuseppe de santis….?

    • nìmarcella barlettelli ha detto:

      la cartina delle nuove lineee che si può ingrandire sul sito e che personalmente ho visto non si potrebbe stampare per settori e distribuirla ai cittadini?

      • marchionne ha detto:

        Nel fine settimana saremo in giro a fare volantinaggio, il 12 Giugno poi faremo una manifestazione sul progetto di prolungamento della linea metro B1 fino Porta di Roma, alle ore 17.30 al parco di largo Angiolillo, vicino il Billa (ex Standa) di via Montecervialto. Sarà una buona occasione per raccogliere ulteriori segnalazioni di disagi creati dalle modifiche alle linee bus, oltre a proposte di “aggiustamento”.

    • barbara ha detto:

      ah vogliono anche diminuire le frequenze delle linee express?? piu’ che un disastro…

  4. Giovanni Paniccia ha detto:

    Buongiorno, vorrei segnalare la totale inadeguatezza del sito ATAC, dal quale non si raggiunge in modo semplice ed intuitivo una mappa dettagliata dei cambiamenti delle linee previsti e nemmeno un semplice elenco di linee secondo il nuovo assetto.
    Grazie a lei per divulgare queste informazioni preziosissime per ogni pendolare.

    • Antonella Tomisani ha detto:

      E’ proprio vero: l’ATAC è disorganizzata anche in rete. Se non venivo a cercare qualcosa qui e non partecipavo ieri pomeriggio all’assemblea in L.go Angiolillo non ci avrei capito niente!!! Come al solito le incompetenze le paghiamo noi

  5. marchionne ha detto:

    Buongiorno!
    L’unico sito istituzionale aggiornato è quello dell’Agenzia ( http://www.agenziamobilita.roma.it ). Da Lunedì cercherò di mettere on line anche delle artigianali tavole che spieghino i nuovi percorsi.

  6. Alessio Verga. ha detto:

    il 63 ormai è definitivo a via Rossellini e così manda fuori uso il 345 perchè praticamente identico fino a Conca D’oro, poi Val D’Ala e Largo Valsabbia si possono raggiungere con 83,88 o 308.

    • Simone ha detto:

      Da venerdì sono comparse sulle fermate dei bus di Talenti le indicazioni circa la soppressione delle fermate per la linea 60X. Approfondendo la questione sul web ho scoperto che l’apertura della nuova metro B1 comporterà la modifica del percorso del 60X. Farà più fermate, per sopperire alla cancellazione del 36, ma soprattutto farà capolinea a Piazza Venezia invece che a Piazzale dei Partigiani.
      Io mi chiedo … come si può fare una scelta di questo tipo? Il 60 collega oggi Largo Pugliese e la Nomentana non solo al centro ma anche alla metro B (a Circo Massimo, Colosseo, Piramide) alla Roma-Lido (Piramide) e al collegamento con Fiumicino aeroporto (stazione Ostiense). La cancellazione dell’ultima tratta comporta nuove difficoltà per gli abitanti della zona che saranno costretti ad arrivare al nuovo capolinea della metro B1.
      Invece di lasciare in piedi due validi percorsi alternativi BUS E METRO (cosa che avviene in tutte le grandi città europee) si decide di obbligare un’intera circoscrizione ad utilizzare il capolinea della nuova B1.
      Pertanto la gioia per la notizia dell’apertura della nuova metro che avrebbe – forse – portato ad una riduzione dell’affollamento sul 60 si è trasformata in rabbia per la riduzione dello stesso 60.

      • marchionne ha detto:

        Perfettamente d’accordo. Credere che siccome si apre la metro sia indifferente prendere due mezzi pubblici, quando fino ad oggi potevi usarne uno, è follia. Sembra che questa nuova rete di trasporto pubblico locale sia pensata per addurre passeggeri alla metro, lasciandoli senza alternative, mentre autobus e metro B1 devono essere complementari, altrimenti i benefici di quest’opera non saranno davvero goduti dai cittadini, mentre i tecnici potranno dire che l’investimento è stato ripagato da un numero così grande di passeggeri. Intanto però le frequenze della metro da e per Conca D’Oro saranno di 8 minuti (troppo pochi nelle ore di punta) a causa della mancanza di nuovi treni e di migliorie sulla linea esistente, mentre si è indebolito il trasporto pubblico di superficie. Un bel capolavoro. Sul 60 express ieri ho indagato sulla questione, e qui puoi leggere la mia conclusione: http://marchionne.wordpress.com/2012/06/05/modifiche-al-60-express/

  7. Alessio Verga ha detto:

    al posto del 60 adesso ci sarà l’80 per la Piramide con lo stesso percorso da Venezia a Piramide. verra’ garantito il collegamento conca d’oro – piramide anche con la metro. L’80 e l’83 andranno a Partigiani, 63 verrà fermato a Monte Savello e 630 eliminato. Il collegamento Talenti – metro è assicurato dal 63 così a Conca D’oro, e poi dall’80 o 83 da conca d’Oro fino alla Piramide. Il 60 era sempre vuoto tra la Piramide e Piazza Venezia, invece adesso così Piazza Venezia diventa un crocevia importantissimo per le express: ci passano 30-60-80-130 fest-190 fest.

  8. Simone ha detto:

    Sul fatto che fosse SEMPRE vuoto onestamente manifesto più di una perplessità. Perdendolo tutte le mattine posso attestare di non averlo mai visto VUOTO da piazza Venezia a Piramide (e come me decine di altri utenti abbonati).
    Senza dubbio molti scendono a Piazza della Repubblica e a Piazza Venezia ma molti atri lo utilizzano fino a Piramide.
    Il fatto che altre linee vengano potenziate (ad esempiol’80) spostandone i capolinea fino a Piramide non spiega il perché debba essere ridotto il 60.
    Posizionando il Capolinea Piazza Venezia sono state eliminate, dalla linea, le fermate con maggior possibilità di interscambio: Colosseo (MB), Circo Massimo (MB), Piramide (MB, FM1 e Roma-Lido).
    Ben venga un nuovo crocevia degli Express a Piazza Venezia ma perché a fronte di questo limitare il 60? Tra Venezia e Piramide ci sono 3 fermate e – nelle ore di punta – 7-8 minuti di tragitto. Questo risparmio giustifica la creazione di nuove difficoltà per gli utenti di Montesacro/Talenti?
    E’ stato in questo modo anche eliminato l’unico collegamento diretto con l’FM1 per l’aeroporto e con la Roma Lido; per arrivare a Piramide sarà ora necessario effettuare almeno un cambio (Piazza Venezia con il BUS o Conca D’oro con la metro B1).
    Inoltre gli utenti di Villa Torlonia, Viale Regina Margherita e Porta Pia saranno costretti al cambio a Piazza Venezia per raggiungere Colosseo, Circo Massimo e Piramide.
    Infine ritengo che, in ragione della frequenza ridotta della metro B1 dovuta all’alternanza dei treni direzione Rebibbia/Conca d’Oro, il capolinea di Conca d’oro rischia di essere congestionato. L’alternativa del 60 poteva essere di aiuto.
    In conclusione evidenzio che se si vuole risparmiare eliminando il 36 si potrebbero confermare le fermate aggiuntive del 60 lungo via Nomentana ma non modificherei il capolinea di Piazzale dei Partigiani.

    • laura ha detto:

      Mi associo al dissenso espresso per la decisione di spostare il capolinea della linea 60 express a Piazza Venezia. Trovo assurdo privare le persone provenienti da Talenti/Nomentano di un collegamento diretto con la Piramide costringendole con una notevole perdita di tempo a cambiare a Piazza Venezia con la linea 80 proveniente addirittura da Porta di Roma (linea che tra l’altro fa il percorso coincidente con le 4 nuove stazioni della metro). Trovo altresì penalizzante la soppressione del 90d e la decisione di far effettuare al 60 ulteriori fermate sulla Nomentana rallentando moltissimo i tempi di percorrenza (la linea 84 e la nuova linea 82 potrebbero assolvere a quanto finora effettuato dall’84 e dal 36). La mattina sulla Nomentana la situazione era già criticissima, io per esempio ero costretta a prendere la linea 90 fino a Via XX Settembre per poi riuscire a salire sul 60 perchè alle fermate precedenti era assolutamente imprendibile. Non posso immaginare adesso cosa succederà con la soppressione anche del 90d e del 36 (le ripercussioni maggiori si sentiranno alla riapertura delle scuole ovviamente). Spero che si faccia al più presto una raccolta di firme per mantenere il capolinea del 60 a Piazzale dei Partigiani.

  9. Granata ha detto:

    Se ho capito bene chi abita in viale Somalia, dal versante di piazza Forano, per andare in zona via Po o centro, gli è rimasto la sola linea 63. Questa linea già arrivava in largo Somalia affollata e grazie al 630 si divideva l’utenza, ora sarà una presa alla diligenza. Poveri anziani, si fà di tutto per agevolarli.

    • Maria ha detto:

      Perfettamente d’accordo! Senza contare la decisamente bassissima frequenza con cui il 63 parte! Io mi chiedo come partoriscano certe cose…

      • Antonella Tomisani ha detto:

        E’ che nessuno di questa gente prende l’autobus per andare a lavorare, per andare a fare visite negli ospedali o altro. Che gli importa? Non sanno PROPRIO COME FUNZIONA

    • Alessio Verga ha detto:

      con l’introduzione della linea 83 la linea 630 è la somma del 63 e dell’ 83 messi insieme, pertanto viene soppressa. l’83 effettua il percorso da Piramide a Piazza Verbano, mentre il 63 effettua il percorso tra Piazza Venezia e Largo Somalia. Sicuramente una cosa che si sarebbe potuta fare per favorire gli utenti di Largo Somalia è il prolungamento della linea 310 da Piazza Vescovio a Largo Somalia appunto. Così si collegherebbe anche Largo Somalia con la metro B di Piazza Bologna. comunque gli utenti di Largo Somalia possono volendo anche arrivare con il 342 o il 135 a Piazza Gondar e da lì prendere l’80 l’83 o la metro a Libia per arrivare in centro o alla Piramide.

  10. Alessio Verga ha detto:

    Giusta osservazione sul 60! Sicuramente ho già notato che la riforma in questione “spreme” via Nomentana come un’arancia, considerando la soppressione del 36, la limitazione dell’84 a via Panaro (Piazza Istria), rimarrebbero 60, 82 (nuovo) e 90. Sicuramente però 80 e 83 faranno da sostituzione al 630 e al 63 “fermato” a Monte Savello. Inoltre, l’80 fa lo stesso percorso del 60 da Piramide a Piazza Venezia, e collega comunque con la metro B1 nuova, mentre l’83 attraversa testaccio, arriva a Piazza Venezia e poi passa dove passa anche il 63, arrivando anche lui a Conca D’Oro. le linee 80L e 630 vengono così eliminate. Per evitare l’affollamento sul 63 in alternativa a Conca D’Oro si può prendere l’83 che passa a via Tagliamento- via Boncompagni – via del Tritone – Piazza Venezia – via Petroselli – Via Branca – via Zabaglia – Via del Campo Boario – Partigiani.

  11. Paolo Marchionne ha detto:

    Ho inserito per le linee 38, 60 express e 63 delle tabelle di sintesi di fermate e alcuni dati riassuntivi delle modifiche. E’ un lavoro un po’ complicato, ma conto di inserire tutte le linee nei prossimi giorni, tempo permettendo. Nel frattempo sembra (di certezze ce ne sono poche) che la data per la modifica delle linee dell’11 giugno slitti, insieme a quella della B1. Vi segnalo un mio ultimo post con articoli interessanti sulla questione http://wp.me/pl7zZ-nn

  12. Pingback: Nuove linee bus, il riassetto slitta al 18 giugno | Paolo Marchionne

  13. barbara ha detto:

    Vedo in questo piano di ristrutturazione dei bus un vero caos. Avendo soppresso la linea 36 e il 90D gli abitanti del Tufello e di Città giardino avranno ben poche possibilità di arrivare verso via XX settembre, tenendo conto che non a tutti la metro è utile per andare al lavoro.
    Inoltre penso che per le persone anziane e/o genitori con figli piccoli e passeggini, scendere e salire dai vari autobus non sarà proprio comodo. Stessa cosa per la via del ritorno dal centro non passando piu’ nè 36 nè 84 da via Cernaia sarà un altro terno al lotto riuscire a tornare a casa, perchè immagino sappiate tutti che a volte riuscire a salire su un autobus diventa un’ impresa eroica. Ripensiamo per favore a questo piano bus tenendo effettivamente conto dei bisogni delle persone e per un municipio non soffocato dal traffico. Grazie.

  14. mandrake ha detto:

    Io abito a sacco pastore, e da lunedì vogliono sconvolgere il quartiere metendo l’inutile linea 82. dove abito io è un posto tranquillo, ad oggi c’è l’84 che passa davanti alla stazione nomentana. Ora vogliono mettere tutti sensi unici, con la conseguenza che via campi flegrei , via val d’arno (con scuola) e via val d’aosta diventeranno strade trafficate , con aumento dello smog e la fine della tranquillità del quartiere. I residenti si stanno opponendo a questa cosa, ma Bonelli se ne frega. Lunedì protesteremo in maniera civile .

    • Paolo Marchionne ha detto:

      Dei sensi unici non sapevo, ma domani abbiamo il Consiglio e potrò avere delle informazioni più dettagliate su questo. Mentre è immaginare che l’aggiunta della linea 82 per chi abita all’Espero e Sacco Pastore, non aggiunge nessun collegamento essenziale, visto che segue pedissequamente la direttrice Nomentana, tratto già servito da ben altre e più veloci linee. Promuoveremo la prossima settimana una assemblea pubblica in quella zona, ai giardini di via Valsolda e dei banchetti, per raccogliere tutte le osservazioni dei residenti. Comunque per la soppressione di questo 82, così recuperiamo un po’ di KM/vettura da aggiungere a linee fondamentali, come il 60 express, ad esempio.

      • Mandrake ha detto:

        Per quanto riguarda un assemblea pubblica, ci sara Venerdì 15 presso i locali della chiesa S.Bambin Gesù , organizzata dal comitato di quartiere Sacco Pastore. Se Lei vorrà intervenire ci farebbe molto piacere. Comunque il casino (come lo chiamo io) partirà Lunedì , Ho notato che da parte dei residenti non c’è informazione , per questo motivo noi del comitato stiamo portando a conoscenza tutti i residenti , i quali rimangono allibiti da quello che dovrà succedere.
        Spero in un suo energico intervento in consiglio , almeno per bloccare momentaneamente l’attivazione dei sensi unici e del 82.
        Grazie

      • barbara ha detto:

        mi scusi ma per gli abitanti del Tufello la questione come si mette? la soppressione della linea 36 è un problema serio per noi che abitiamo lì. Ieri con la metro funzionante il 36 e l’84 da porta pia erano comunque pieni di gente come lo era il 90X. Si pensa forse di far passare il 90X quando ricominceranno le scuole ogni 5 minuti?

  15. Fabio ha detto:

    Ma con la nuova M B1 c’è la possibilità di arrivare direttamente a Termini o si deve cambiare comunque a Bologna? Chi mi sa dare notizie in merito?
    Grazie

    • Paolo Marchionne ha detto:

      Non c’è bisogno di cambiare a Bologna, la linea è unica, solo che solo un treno su tre arriverà andrà a Conca D’Oro, mentre gli altri andranno a Rebibbia. Quindi nell’orario invernale ogni 15 minuti, mentre nell’orario estivo la frequenza rischia di essere ogni 34 minuti. Visto il ritardo con cui hanno fatto la gara d’appalto per i nuovi treni…

  16. Pingback: E’ partita la B1, dal 18 parte la nuova rete bus. | Paolo Marchionne

  17. Paolo Marchionne ha detto:

    Sì qui sopra ho appena risposto a Mandrake :)

    • laura ha detto:

      Ho appena letto che i cittadini di Fidene e Villa Spada hanno ottenuto il ripristino del percorso del 235 e quindi questa linea non subirà le modifiche previste dal nuovo piano del trasporto pubblico locale. Si può fare lo stesso per la linea 60 express per farla rimanere “EXPRESS” (non aggiungendo le altre fermate sulla Nomentana) e per mantenere il capolinea a Piazzale dei Partigiani lasciando la possibilità a chi viene da Talenti/Nomentano di raggiungere la Piramide come prima. Grazie mille

      • Paolo Marchionne ha detto:

        Cara Laura, stiamo lavorando per il 60 express. Il punto è che lì l’assessore Aurigemma (che abita a Talenti) è corso a fare un’assemblea con i residenti. Per il 60 express, quando ne fu limitato il tragitto a piazza della Repubblica (un paio d’anni fa), abbiamo dovuto smuovere mari e monti, nonostante una petizione di oltre 2000 utenti e una pioggia di segnalazioni all’Atac. Comunque ci stiamo muovendo, sia per il ripristino del capolinea a piazzale dei Partigiani, sia per un’aumento delle corse nelle fasce orarie 7.00-9.00 e 16.00-18.00, quando di norma occorre assaltare la diligenza. Ti invierò per un modulo per la petizione che riguarda questa proposta. Se vuoi falla sottoscrivere da vicini di casa, amici e colleghi di lavoro interessati. A presto!

      • laura ha detto:

        Ti ringrazio immensamente Paolo, mi sento meno sola in questa battaglia. Aspetto il modulo per la petizione che puoi inviarmi al mio indirizzo di posta elettronica. A presto e grazie ancora.

  18. Fabio ha detto:

    Ma dei parcheggi a pagamento ne vogliamo parlare? Perché come al solito sono stati fatti a capocchia?!?!? Una percentuale non dovrebbe essere lasciata a sosta libera? Io abito a piazzale Jonio lato viale Tirreno dove di strisce bianche non ne ho vista nemmeno una. Ancora peggio, sul lato destro della carreggiata anziché a pettine i parcheggi sono stati modificati e ridisegnati paralleli limitandone di conseguenza il numero. Cosa si può fare a riguardo? A chi rivolgersi per una eventuale proposta di modifica?
    Grazie.

  19. niky ha detto:

    pessima idea sopprimere il 630 .. un autobus comodissimo ! il 63 non passa mai ed è sempre stracolmo … se una cosa funziona meglio toglierla no????

    • Paolo Marchionne ha detto:

      il 630 è una linea che non conosco, abitando in IV Municipio, eppure ho raccolto diverse segnalazioni di residenti del quartiere Africano, tutti inferociti per la soppressione della linea. Il 63 sicuramente non è una buona linea, lento e soprattutto con frequenze bassissime. Da lunedì, ferme restando le modifiche del tragitto (Rossellini-Monte Savello) aumenterà il numero delle corse, da 169 a 214 (almeno sulla carta).

    • Alessio Verga ha detto:

      con la nascita della linea 83 la linea 630 è la somma del 63 e dell’ 83 appunto, pertanto viene soppressa. Linee che sono somme di altre vengono soppresse, come il 36 soppresso perchè al suo posto ci sono 90 e 336.

  20. Marcello (Mandrake) ha detto:

    Sig. Marchionne,allora con il consiglio di oggi ha qualche novità?

  21. Mandrake ha detto:

    Volevo solo dire che ho capito che noi cittadini non contiamo nulla. Dato di fatto che in via campi flegrei in tutta fretta stanno restringendo i marciapiedi per far passere il jumbo bus, risultato 1 mese senza parcheggi. Vedo che in IV municipio prendono molto a cuore il dissenso dei cittadini.. Complimenti

  22. Mandrake ha detto:

    Egr.sig.Marchionne , la volevo solo informare che a sacco pastore già stanno attivando i sensi unici. Ma non aveva detto che si informava ? cmq oggi alle 18 chiesa san.bambin gesù faremo l’assemblea con i cittadini. Se vuole partecipare , ci farebbe piacere

    • Paolo Marchionne ha detto:

      Ho ricevuto l’invito del comitato di quartiere, alle 18 sarò lì. Ieri ho reperito i documenti in merito, che sono di Aprile 2011, di cui il consiglio non era mai stato informato, a differenza del Presidente del Municipio, suppongo. Ho pubblicato (un po’ di pazienza, io non sono Mandrake) alcuni stralci dei progetti qui http://wp.me/pl7zZ-nR oltre alla nostra proposta depositata ieri. Per il resto ci vediamo tra poco all’assemblea in parrocchia, sapendo che comunque stasera entrerà in funzione la nuova viabilità del quartiere, e da lunedì arriveranno le nuove linee. Non possiamo impedirlo, le proposte nostre saranno discusse entro la fine del mese, spero, mentre per mettere veramente mano alle linee, ammesso che qualche proposta passi, dovremo aspettare Settembre.

  23. barbara ha detto:

    ma qualcuno ci da’ retta a noi del tufello? qulalcuno sa dirmi se esite un comitato o qualcosa del genere? Marchionne lei ne sa qualcosa?

  24. Paolo Marchionne ha detto:

    Cara Barbara, mi sono giunte molte segnalazioni sulla soppressione della linea 36. Le cose stanno più o meno così. L’Agenzia della Mobilità l’ha soppresso per sostituirlo con la linea 336, che collegherà Fidene (piazza Quarrata) alla metro di Conca D’Oro, e facendo parte dell’attuale tragitto del 36 (le stesse fermate nel quartiere Tufello, su via Isole Curzolane), solo che le corse di questa linea sono attualmente il doppio di quelle previste per il 336 (100 contro 207), che anche calcolando il percorso più corto, ma mica poi tanto (linea 36 Pampanini-Termini: 27 Km – linea 336 Quarrata-Conca D’Oro: 22 km) la frequenza sarà assolutamente insufficiente. Per Termini rimarrà in funzione il 90 express, che però è già abbastanza sovraffollato. Quindi secondo me dovremmo chiedere un potenziamento, rispetto a quanto previsto oggi, della linea 336 e qualche corsa in più nelle ore di punta del 90 express, così forse il servizio di trasporto pubblico per gli abitanti della tua zona dovrebbe rimanere decente. Che ne pensi?

  25. Marcello (alis Mandrake) ha detto:

    Questa mattina , ho potuto constatare quanto contiamo noi cittadini. Ora per darci il contentino, atac sta facendo girare degli autobus normali invece che i jumbobus. Ma veramente si pensano che siamo dei deficienti ? Ma se avevano in mente di mettere dei semplici bus , perchè hanno sconvolto tutta la circolazione del quartiere ? Comunque oggi i residenti della fermata nomentana/D’ossola non avranno più un mezzo per raggiungere la Staz. Termini , Questa mattina alle 6,15 ho visto sulla nomentana molta gente in attesa che passasse il 90. Attendo notizie per quanto riguarda il traffico a Sacco Pastore, ma non servirà una sfera magica per sapere che oggi ci saranno ingorghi spaventosi.
    Attendo sue notizie.Grazie

  26. laura ha detto:

    18 GIUGNO: Da oggi sono entrate in vigore le modifiche previste per il riordino del trasporto pubblico locale. Alle ore 7.20 la fermata di Batteria Nomentana (direzione Termini) era già piena di gente ed è passato un 90 affollatissimo come prima della chiusura delle scuole. Il 60 a seguire (tipo vettura vecchio e senza aria condizionata) ha effettuato tutte le fermate sulla Nomentana e a Via XX Settembre era ancora molto pieno. A Piazza Venezia sono passati due 80 diretti a Piazzale dei Partigiani VUOTI. Adesso che con la chiusura delle scuole iniziavamo a viaggiare meglio con queste modifiche siamo costretti a viaggiare accalcati anche nel periodo estivo e a fare sali e scendi dagli autobus per arrivare a destinazione.

  27. barbara ha detto:

    Caro Paolo,
    credo che la soluzione che proponi sia un vantaggio e venga incontro alle esigenze non solo degli abitanti del Tufello, per i quali il riordino delle linee è stato particolarmente penalizzante, ma anche di parte degli abitanti della zona di Ple adriatico e dintorni, che si vedono scomparire oltre al 36 anche il 90D. Voglio infatti ricordareinoltre che nelle giornate scolastiche molti dei genitori che accompagnano i figli alla scuola di ple Adriatico prendono poi l’autobus alla fermata di via Stelvio. Ben venga quindi un potenziamento della linea 90X sia la mattina che nel pomeriggio ( orario scuola e lavoro per intenderci) e per il potenziamento della linea 336.
    Ti ringrazio molto per l’attenzione che stai dedicando a questa problematica che investe tutto il nostro municipio.

    • marta ha detto:

      Caro Paolo, così non va proprio. Può anche andar bene che ci siano delle linee navetta che dal quartiere portano alla metropolitana o alla nomentana ma il 90 non può passare così di rado. Da 4 linee che permettevano di uscire dal Tufello/viale adriatico alla nomentana (90X – 90D-84- 36) di fatto ne è rimasta una sola, il 90. (il 336 non lo prendo in considerazione perchè in due giorni di attesa l’ho visto passare una sola volta). E il 90 passa ogni venti minuti. Il fatto che ci sia una metropolitana a Conca D’Oro (peraltro non ancora a regime) non significa che tutti gli abitanti del municipio prendano l’autobus solo per andare a piazza bologna o all’EUR . Ieri ho aspettato 25 minuti alla fermata del 90 e stamattina non è andata meglio. Alle fermate di tutta Montesacro folle di persone. E le scuole sono chiuse… non voglio nemmeno immaginare cosa succederebbe a settembre in questa situazione! E non dipende solo dal “rodaggio” dei primi giorni. Ho studiato le mappe, mi sono informata. Ma c’è poco da informarsi. Il 90 deve essere potenziato. E se si è deciso che si devono dirottare tutti gli abitanti del municipio a piazza Conca d’oro gli autobus come il 336 devono passare continuamente no ogni 30 minuti! Vi prego fate qualcosa! Grazie

      • Paolo Marchionne ha detto:

        Cara Marta, lo scorso agosto siamo riusciti ad avere i progetti della nuova rete autobus per il Municipio. Dal primo momento abbiamo obiettato che a fronte di linee che sparivano, gli express avrebbero ricoperto un ruolo ancora più importante, stante la situazione già oltre limite che si viveva prima della ristrutturazione. Invece hanno voluto continuare a ridurre il numero delle corse. Nessuna risposta e davvero se oggi fossero ancora aperte le scuole non so che scene si vedrebbero alle fermate. Oggi sono stato 21 minuti alla fermata del 60 per largo Pugliese. Insieme a circa 40 persone. La vettura che è arrivata era stracolma.
        Stiamo lavorando ad una nostra contro proposta organica e funzionale di rete di trasporto pubblico di superficie, che raccoglierà tutte le segnalazioni raccolte in queste settimane. Ancora qualche giorno e la pubblico anche qui. Entro settembre o ci saranno correttivi e dovremo preparare manifestazioni…

  28. Mandrake ha detto:

    Sig. Marchionne , dalle notizie che mi arrivano da Montesacro , oggi è stata una giornata infernale.Traffico inpazzito dal via Val Trompia a Via Campi Flegrei direzione Nomentana. Negozianti di Via Campi Flegrei inferociti per il rifacimento dei marciapiedi (specia il forno Barbieri). Non hanno fatto circolare il jumbo bus (almeno per la corsa verso le 6,15) . Non sò la pazienza dei residenti fino a quanto durerà. Lei ha notizie nuove ?

    • Paolo Marchionne ha detto:

      Sono passato questa mattina: coda in via Campi Flegrei verso la Nomentana, e anche al semaforo di via Val D’Aosta non andava meglio. Questo fine settimana, prima che mettessero transenne e nastro giallo, ho visto diversi automobilisti e motociclisti ignari della nuova viabilità rischiare di fare incidenti.
      Altre notizie dal Consiglio: entro la settimana avremo la data in cui saranno discusse tutte le obiezioni al piano, ma credo che nel frattempo non fermeranno i lavori dei marciapiedi, nè i sensi unici. E’ più probabile che da Settembre aboliranno l’82, viste le proteste in atto. Ovviamente però queste sono solo mie supposizioni, visto che di certezze ce ne sono poche.

      • barbara ha detto:

        Caro Paolo tienici aggiornati anche degli sviluppi sul 90X… oggi andata e ritorno da via cernaia e porta pia è stato un inferno. grazie

  29. Rossella ha detto:

    Ho visto che con la modifica della rete dei bus a seguito dell’apertura della B1 è stata limitata la linea 344 a S. Basilio, anzichè Ponte Mammolo. Per chi abita Casale di S.BASILIO/NOMENTANA…
    e deve prendere la metro B, oltre a dover subire tutti i giorni “il giro turistico del quartiere di S. Basilio” ora deve fare i conti anche con il fatto che c’è solo il 343 ad arrivare a Rebibbia.
    Invece di prevedere una nuova linea diretta x Rebibbia ora si limitano anche le corse???
    Una linea interessante per molti potrebbe essere da Ponte Mammolo/Rebibbia fino a Porta di Roma (ne trarrebbero beneficio anche i molti dipendenti della Soc. Almaviva di Via di Casal Boccone). La prego di non suggerire di prendere la B1 a conca D’oro prendendo gli stessi mezzi in direzione opposta perchè i tempi di percorrenza sono assolutamente proibitivi.
    Grazie per la cortese attenzione.
    Rossella

    • Alessio Verga ha detto:

      adesso c’è il 341 che collega Ponte Mammolo con Porta di Roma il 341 e il 435 inoltre a LARGO PUGLIESE SI INCROCIANO PURE!!!!! Secondo me a togliere il 344 da Ponte Mammolo hanno fatto benissimo NON PASSAVA MAI!!!! Rimane il 343 che è molto più corto ed agevole per ponte mammolo e collega con Conca D’oro il collegamento per Valtournanche è già assicurato dalle linee 83,88 e 344 che rimane in quella via.

      • Alessio Verga ha detto:

        non solo: il 341 e il 435 ANCHE A PORTA DI ROMA SI INCROCIANO, passano a via Carmelo Bene!!!!!

  30. Mandrake ha detto:

    Se posso permettermi di dare un consiglio, nel prossimo consiglio cercare di ottenere il ripristino immediato della viabilità a Montesacro/Sacco Pastore, prima che spendano soldi per fare una specie di parcheggio a largo valsugana, per pochissime macchine ed inutile. Questo permetterebbe ai residenti di tornare a respirare e avere un pò di tranquillità. Anche con la vecchia viabilità L’82 essendo un semplice bus passerebbe tranquillamente. Poi una volta ottenuta la vecchia viabilità , vedremo come l’atac deciderà di rimettere le cose a posto.
    Un piccolo passo per la vittoria finale.

    • laura ha detto:

      Buongiorno Paolo, volevo far presente che anche stamattina alle 8.30 la situazione sulla Nomentana era disastrosa. Fermate strapiene e solo in pochi riuscivano a salire sugli autobus, ad ogni fermata le porte che non riuscivano ad aprirsi e la gente giustamente INFEROCITA.
      Altra considerazione per chi come me utilizzava da Via Nomentana il 60 per raggiungere Piramide: mentre all’andata è possibile cambiare a Piazza Venezia con l’80 alla stessa fermata al ritorno non è possibile effettuare il cambio 80 – 60 alla stessa fermata perchè non coincidono e bisogna scendere a Via del Corso e tornare indietro alla fermata del 60 (con questo caldo non è molto piacevole e per di più hanno ripristinato le vetture vecchie non tutte con impianto di aria condizionata funzionante). Se è pronto il modulo per la petizione riguardante la proposta di ripristinare il capolinea del 60 a piazzale dei Partigiani potrei prodigarmi per raccogliere le firme in attesa di partecipare ad altre forme di protesta/manifestazioni di cui potrai informarci.
      Ringraziandoti per l’attenzione, ti invio un cordiale saluto.

  31. Simone ha detto:

    Talenti – Piramide: un viaggio diventato un’odissea

    Ho atteso 3 giorni prima di scrivere le mie riflessioni su questo nuovo sistema di trasporto pubblico del IV municipio … ho voluto sperimentare prima di esprimere opinioni definitive.
    Racconto di viaggio:
    Ore 7h00 sono alla fermata di Via Sannazzaro.
    Ore 7h14 arriva il 60 (ormai poco Express). Autobus vecchio (di quelli rossi) senza aria condizionata e penso … non è che le vetture nuove sono state dirottate sulla linea 80? L’autobus è stracolmo che già si fa fatica a salire.
    Ore 7h25 fermata davanti al cinema Espero. Affollatissima come sempre. Solo alcuni “fortunati” riescono a salire.
    Ore 8h05 arrivo a Piazza Venezia. Scendiamo tutti … e molti di noi rimangono in attesa di un bus per Piramide … non solo noi di Talenti abbiamo perso questo importante collegamento diretto con la stazione Ostiense ma anche tutti quelli che sul 60 salgono tra Batteria Nomentana e Porta Pia.
    Ore 8h08 passano tre 63 vuoti uno dietro l’altro … stavo per salire su quello di mezzo quando un altro viaggiatore mi ferma e mi dice “no, guarda che non arriva più a Piramide” … così continua l’attesa.
    Ore 8h11 sulla palina compaiono notizie dell’80 … arrivo previsto 6 minuti.
    Ore 8h16 passa il 175 … saliamo … e dopo un bel giro turistico arriviamo a Piramide.
    Ore 8h28 arrivo a Piramide
    Risultato: ritardo a lavoro da giustificare.

    Orologio alla mano il viaggio Talenti – Piramide si è allungato di almeno 25/30 minuti a causa delle fermate aggiunte alla linea 60 su via Nomentana e al tempo di attesa a piazza Venezia.

    Il 60 Express nelle ore di punta è stracolmo … anche ora con le scuole chiuse.
    Mi sembra abbastanza ovvio che le cause siano la riduzione delle frequenze e l’eliminazione del 90D.
    Infatti ora da Largo Pugliese tutti usano il 60 per andare verso il centro, le metro e la stazione.
    Alla fermata davanti al cinema Espero – storicamente molto affollata – non si riesce già più a salire. Quella fermata era prima condivisa tra due Express 60 e 90D appunto (il 90 non ferma facendo Piazza Sempione e batteria Nomentana). Oggi vi ferma solo il 60.
    Il cambio a Piazza Venezia è allucinante
    A ritorno da Piramide se si prende l’80 occorre anche cambiare fermata in quanto non coincidono quelle dell’80 e del 60.

    PROPOSTE URGENTI:
    1. Riportare il capolinea del 60 a Piazzale dei Partigiani
    2. Valutare il ripristino della linea 90D o un forte potenziamento del 60 che con la frequenza attuale non riesce ad assorbire la richiesta degli utenti (e ripeto … siamo a scuole chiuse).

    Il mio non vuole essere un post solo critico perché ritengo anche che ci siano molti aspetti positivi del nuovo piano. Ad esempio mi sembra ottima la nuova linea 80Express che migliora di molto la mobilità di Porta di Roma; molto buono è anche lo spostamento del 311 da Piazza Sempione a Conca d’Oro e il nuovo collegamento diretto Largo Pugliese – Porta di Roma (linea 435 purtroppo solo feriale).

    Non condivido però che per aggiungere linee Express (l’80) si sia dovuto ridurre e depotenziare il 60 e addirittura cancellare il 90D.

    Paolo,
    coordinaci in questa civile e costruttiva protesta. Attendiamo moduli di raccolta firme e altre iniziative.

    • barbara ha detto:

      Sono d’accordo con Simone, inoltre la linea 90D assorbiva molta dell’utenza di Tufello Ple Adriatico e Piazza Sempione. Stamattina sul 90X c’era una specie di sommossa perchè a Batteria nomentana le persone non sono riuscite a salire e non si aprivano le porte tanta era la gente. Caro Paolo facci sapere tutto quello che si può fare.

    • Paolo Marchionne ha detto:

      Ciao Simone, ti ho inviato il modulo per email, saremo al capolinea di largo Pugliese e alle fermate da dopo domani, ma intanto puoi farlo girare anche tu tra vicini/colleghi/amici.
      Inoltre abbiamo avviato una serie di iniziative sul tema del trasporto pubblico:
      In consiglio abbiamo richiesto una seduta straordinaria e proposto interventi sulle linee più danneggiate dal “riordino” attuale;
      Venerdì 21 alle ore 18 alla festa de L’Unità di Caracalla faremo una assemblea dei Municipi II, III e IV con consiglieri, utenti e lavoratori del trasporto pubblico (macchinisti metro e autisti di Atac).
      Poi vorremmo organizzare un’assemblea in piazza, forse a Conca D’Oro, ti tengo informato. A presto!

    • Alessio Verga ha detto:

      adesso ci sono 80 e 83 per la Piramide il 63 si ferma a Monte Savello e il 630 è soppresso comunque signora ha la mia più completa solidarietà perchè sono un abitante di Piazza indipendenza – Stazione termini e mi sono visto sparire in un colpo 36-84 e 90D. CHE SCIOCCHEZZA L’84 A VIA PANARO!!!!!! A VIA NOMENTANA BISOGNA CAMBIARE MUSICA!!!!!!!

  32. Paolo Marchionne ha detto:

    Costruiamo un’assemblea in piazza perchè questa situazione, è davvero insostenibile. Intanto il Sindaco incolpa i lavoratori. Ma circola invece la voce di una defenestrazione dell’assessore Aurigemma…Staremo a vedere, intanto combattiamo!

  33. laura ha detto:

    Ho controllato la posta da casa ed è arrivato il tuo messaggio.
    Ci teniamo in contatto per le prossime iniziative e per lottare insieme.
    Ciao e grazie.

  34. Paolo Marchionne ha detto:

    Sì Laura, non ti è arrivata?

  35. alessandra giudice ha detto:

    buon giorno, vorrei ricevere anche io il modulo per il 60, vivo a talenti e prendo sempre il bus a largo pugliese…inutile commentare altro, è gia stato scritto tutto sopra!!!
    Vorrei se possibile ricevere quel modulo (questa mattina c’era una donna sul 60 che con quel modulo ha raccolto tante firme), e se mi può tenere aggiornata su inizative ed assemblee relative a questo argomento. grazie

  36. Mandrake ha detto:

    Ho saputo che ieri si è tenuta una riunione d’urgenza in IV municipio tra bonelli e ATAC . hai qualche notizia in proposito ?

  37. Mandrake ha detto:

    Caro Paolo, ho appena parlato con il presidente del comitato di quartiere Nomentana-Sacco Pastore, era abbastanza arrabbiata , mi ha riferito che nel prossimo consiglio non c’è all’ordine del giorno ne il ripristino della viabilità a sacco pastore , ne il riordino dei bus. Io a quello che dice ci credo, in quanto è una persona molto seria, allora ti domando , Ma ci state prendendo in giro ?
    Spero in una tua risposta.

  38. Marcello (Mandrake) ha detto:

    Devo fare una correzione,e ti chiedo scusa per il mio errore. ho capito male quello che mi è stato detto. l’ordine del giorno riguardava un altra cosa,mentre io pensavo che stavamo parlando del nostro problema odierno.In ogni caso Visto che dei giornali riportano l’incortro tra atac municipio e IIV ripart. , è possibile sapere qualcosa di più preciso?
    Scusa ancora per l’errore, ma stiamo vivendo dei momenti molto concitati

    • Paolo Marchionne ha detto:

      Ciao Marcello, veramente posso aggiornarti sullo stato della situazione. A fine Maggio (non ricordo il giorno esatto) abbiamo presentato un ordine del giorno per la soppressione della linea 82 e il ripristino del percorso dell’84, oltre alla vicenda dei sensi unici. Per accelerare la messa in discussione di questi atti e la loro votazione durante questa settimana ho presentato con gli altri consiglieri del Pd e SEL una richiesta di autoconvocazione della seduta del consiglio, che però Roberto Borgheresi (e per dovere di cronaca e correttezza non il PDL) ci ha negato, arrogandosi questa facoltà, essendo lui il Presidente del Consiglio, quindi quello che firma le convocazioni. Evidentemente per calcolo politico non vuole che la cosa si discuta pubblicamente. Quando ne avrò copia pubblicherò qui il verbale della seduta dei capigruppo in cui Borgheresi si è opposto. Quando c’è la nuova l’assemblea del Comitato di Quartiere? Forse dopo la figura indecorosa che ha fatto l’ultima volta, Borgheresi vorrà presentarsi lì con qualche coniglio da tirare fuori dal cilindro, nel tentativo di recuperare la faccia persa in queste settimane. Anche lui si è cimentato bene nello sport dello scarica barile…

  39. Pingback: Mercoledì 27 piazza Conca D’Oro: in piazza per la mobilità. E la dignità | Paolo Marchionne

  40. Marcello (Mandrake) ha detto:

    grazie Paolo,questa notizia ha avvalorato quello che pensavamo da tempo.

  41. Alessio Verga ha detto:

    ho letto adesso sulla pala elettronica e sul sito dell’atac che a partire dal 6 maggio 2013 la linea 223 viene prolungata a Piazzale del Verano passando sullo stesso percorso della linea 88. Giunto infatti a Piazza Ungheria passerà per Viale Liegi Viale Regina Margherita Viale Regina Elena. Questo prolungamento secondo me potrebbe rivelarsi fondamentale anche in ottica III (ex IV) municipio, perchè permetterebbe di incrociare oltre che 88 a viale Regina Margherita il 69 e il 690 a Ponte Milvio ( il 223 passa a Corso di Francia), il 63, l’83 e il 92 a Piazza Buenos Aires e inoltre permette il collegamento tra la metro B e la ferrovia Roma Viterbo. In questo modo per raggiungere piazzale Clodio oltre che 69 e 690 un nuovo allaccio tra il Policlinico e i Parioli ci sarebbe. Rimane solo feriale come è adesso quindi 223 e 690 i festivi non ci sono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...