Violenza nelle scuole, un altro episodio inquietante all’Orazio


Non prendi il volantino del Blocco Studentesco? E allora i fascisti del terzo millennio scaricano la polvere di un’estintore sui ragazzi che entrano a scuola. Ci sarebbe da ridere, ma in realtà questo episodio, successo questa mattina davanti ai cancelli del liceo classico Orazio, in via Savinio a Talenti, la dice lunga sul clima di intimidazione e violenza che la destra romana sta spargendo per le scuole della Capitale. Di seguito pubblico il comunicato dei Giovani Democratici di Talenti.

“Dopo gli episodi di violenza che in questi giorni hanno coinvolto varie scuole della Capitale, la violenza politica è tornata nelle scuole del IV Municipio. Questa mattina, giornata di mobilitazione dei studenti e dei professori che hanno formato presidi antifascisti davanti a varie scuole del Municipio e della Città, alcuni giovani militanti di Blocco Studentesco sono entrati nel Liceo Orazio sparando la polvere di un estintore sul personale docente ed ragazzi che frequentano il noto Ginnasio in zona Talenti”. E’ quanto dichiarano i Giovani Democratici di Talenti, che continuano: “Ci chiediamo fino a che punto le istituzioni abbiano intenzione di far perpetrare queste azioni squadriste, volte a ricreare un nuovo fronte tra studenti “di sinistra” e “di destra”. Ci chiediamo quale intenzioni abbiano nei confronti di queste associazioni di stampo neo-fascista, e quali provvedimenti prenderanno. E ancora ci chiediamo se effettivamente associazioni di stampo neo-fascista, che hanno necessariamente un ruolo nella guida di questi giovani nostalgici, siano adatte ad esprimere candidati per le istituzioni pubbliche stesse. Non è più un gioco, non è più una ragazzata. E’ un piano politico ben preciso. E questa volta esigiamo risposte”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Municipio, Partito Democratico, Scuola e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Violenza nelle scuole, un altro episodio inquietante all’Orazio

  1. Massimo Pittarello ha detto:

    “La colpa non è di Renata Polverini ma il problema è che le Regioni devono stare dentro un sistema di controlli” dice oggi Alemanno riferendosi agli scandali della Regione Lazio. Facciamo le stesse dichiarazioni anche per gli assalti: “La colpa non è di chi fa le aggressioni, ma il problema è che le città deve stare dentro un sistema di controlli”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...