Raccolta differenziata, un’altra occasione persa


Il kit distribuito dagli addetti di AMA alle famiglie del IV Municipio

Partirà lunedì prossimo il progetto per intensificare la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani nella città di Roma, a partire dal IV Municipio. Infatti gran parte dei 30 milioni di euro stanziati dal governo per aiutare la Capitale a uscire dal tunnel del dopo-Malagrotta saranno impegnati nel nostro Municipio. Già da diversi giorni sono stati posizionati i cassonetti per la differenziazione della raccolta stradale (cassonetti per gli scarti alimentari nei quartieri Conca D’Oro e Sacco Pastore, e 300 campane del vetro negli altri quartieri), mentre l’introduzione della raccolta porta a porta sarà limitata ai quartieri di Cinquina e Settebagni. Un’altra occasione persa dal Campidoglio e dall’Ama, che alla fine dei conti ha sperperato lo stanziamento del governo per acquistare nuovi cassonetti e i kit per le famiglie la cui distribuzione è ancora in corso in queste ore. Ho visto un po’ di sconcerto nelle facce di chi riceveva questi bidoni di plastica da 40 litri, piuttosto grandi per molte famiglie, anche perché evidentemente l’informazione sulla vicenda è ancora scarsa. Fa davvero rabbia pensare che uno stanziamento così importante da parte del Ministero dell’Ambiente non sia stato impegnato invece per estendere la raccolta porta a porta ad altri quartieri della città. Alla fine solo 26.000 persone usufruiranno della raccolta porta a porta, mentre la stragrande maggioranza dei 220.000 residenti, continueranno a mantenere la raccolta stradale con la moltiplicazione dei cassonetti. Allo stesso tempo a Conca D’Oro e Sacco Pastore la raccolta dell’ organico sarà effettuata con gli enormi cassonetti stradali da 2.400 litri. Non c’è da stupirsi che il Conai, Consorzio Nazionale Imballaggi, sembra che si stia dimostrando scettico sull’intera operazione. E la gestione fallimentare dell’Ama ancora una volta rischia di allontanare gli obiettivi stabiliti dal governo in ragione del finanziamento straordinario per Roma: il 30% entro la fine del 2012 (attualmente è al 25,6% secondo le improbabili statistiche di Alemanno), il 40% entro il 2013, il 50% entro il 2014, il 60% entro il 2015 e il 65% entro il 2016. Invece corriamo pericolosamente verso il disastro ambientale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Comune di Roma, Municipio e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Raccolta differenziata, un’altra occasione persa

  1. Pingback: Questa è la monnezza del Sindaco! | Paolo Marchionne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...